Elezioni generali 2018
Inserisci sottotitolo qui

Premessa

Libera Rappresentanza ha tra i propri obiettivi la difesa del bene comune attraverso azioni non violente ma che puntano al cambiamento laddove è ritenuto necessario per innalzare la qualità della vita nel territorio dove opera. Per tale ragione vuole essere quanto più possibile punto di riferimento tra i cittadini con le stellette, aprendo un confronto ed un dialogo con soggetti e gruppi che vogliono aderire e condividerne il progetto culturale, posto in essere. Si auspica la nascita delle sezioni sul territorio che aderiscano al Movimento per dare vita o confluire nei Coordinamenti cittadini. Il primo anello del sistema rappresentativo dell'associazione Libera Rappresentanza sono le squadre. L'organizzazione di Libera Rappresentanza nel territorio nazionale, sarà il primo passo per trasformarci in Sindacato Militare. Nel frattempo, non abbiamo fretta di trasformarci in sindacato ogni cosa al suo tempo, ed evitiamo improvvisazioni perché nel decidere la parziale fondatezza costituzionale, i giudici della Consulta, hanno ritenuto che l'articolo 1475, comma 2, viola, in parte, l'articolo 11 della Convenzione europea dei diritti ("Libertà di riunione e associazione") e l'articolo 5 della Carta sociale europea ("Diritti sindacali"). Inoltre, resta fermo il divieto di «aderire ad altre associazioni sindacali» come sancito dalla seconda parte del comma 2 dell'articolo 1475. La Consulta, infine, chiarisce un aspetto di non secondaria importanza legato alla funzione di queste associazioni sindacali militari: «La specialità di status e di funzioni del personale militare impone il rispetto di "restrizioni"» al tipo di associazione sindacale. «Restrizioni - aggiungono - che, in attesa del necessario intervento del legislatore, allo stato sono le stesse previste dalla normativa dettata per gli organismi di rappresentanza disciplinati dal Codice dell'ordinamento militare». Appena uscirà la legge, noi saremo pronti ed organizzati per trasformarci in sindacato dei militari. Auguro il meglio a tutti i candidati alle nuove elezioni generali di Libera Rappresentanza.

Come costituire una squadra, un comitato cittadino e regionale. (Art. 16 Statuto)

Parte I

Art. 01 Ogni Squadra deve adottare per la sua istituzione l'atto costitutivo predisposto dal Movimento, inoltre ogni iscritto alla Squadra, deve compilare il modulo di adesione e sottoscrivere i vari allegati.

Art. 02 Tre squadre di uno stesso comune, possono dar vita alla Sezione cittadina. Alla terza Sezione cittadina, si costituirà il Coordinamento regionale.

Art. 03 Le Squadre che aderiscono, vengono istituiti nei comuni e sono composti da almeno tre iscritti. I fondatori devono prodigarsi per portare il numero di tesserati almeno a 25 entro i primi sei mesi. Alla Squadra si possono iscrivere anche i cittadini di altri comuni limitrofi.

Art. 04 La Squadra nel proprio interno deve necessariamente eleggere un Comitato organizzativo che deve prevedere un Portavoce, e due attivisti;

Art. 05 Il Comitato organizzativo su indicazione del direttivo nazionale ha il compito di accettare i nuovi iscritti. Ad ogni iscritto viene rilasciata annualmente la tessera. La quota annuale di iscrizione assume il valore della donazione che ogni singolo iscritto effettua.

Art. 06 Il Comitato organizzativo dura in carica tre anni, decorsi i quali si procede a nuove elezioni che viene organizzato un mese prima della scadenza del mandato.

Art. 07 Il Portavoce è il responsabile della propria Squadra e dirige con la sua squadra le disposizioni trasmesse dal segretario cittadino.

Art. 08 Il Comitato organizzativo deve tenere un registro soci (a cura del Portavoce) un registro verbali (a cura del segretario compilatore) ed un eventuale registro cassa (a cura del fiduciario "attivista"). Su indicazione del Presidente, Il vice presidente, insieme al segretario amministrativo possono eseguire attività ispettive per il buon andamento delle attività delle sezioni e la compilazione dei registri.

Art. 09 Le Squadre verranno coordinate a livello cittadino dal Segretario cittadino a livello regionale dal Segretario regionale, e possono intraprendere iniziative rientranti nello spirito delle leggi e dello Statuto (per attività pubbliche dovrà sempre essere data comunicazione alle autorità competenti "il direttivo e il segretario nazionale").

Art. 10 L'inosservanza del presente Regolamento, Statuto ed altri deliberati ad opera degli organi competenti, anche da parte di un solo tesserato, se non immediatamente radiata la sezione oppure commissariata.

Art.11 Per quanto non previsto dal presente Regolamento, valgono le norme del Codice Civile.

CREA LA TUA SQUADRA